Cosa aspettarsi dalla Roma per la fine della stagione

A differenza degli ultimi anni, nella stagione in corso 2018/2019 la Roma sembra avere un marcia in meno, qualche meccanismo molto più difficile da riparare. Se l'anno scorso ha agguantato quasi in scioltezza il terzo posto, quest'anno l'ammissione in Champions League non solo non è scontata, ma non sembra neanche semplice.

Infatti, alle difficoltà interne, si aggiunge anche il miglior stato di forma dell'Inter e il costante recupero del Milan, che con l'acquisto di Piatek potrebbe aver aumentato il livello di difficoltà per la lotta al quarto posto.

Cosa potrebbe migliorare la situazione?

A facilitare il percorso della Roma per il quarto posto, oltre ad un miglioramento delle prestazioni dei giallorossi, potrebbero intervenire dei fattori esterni. Ad esempio, se da un lato il Milan ha ottenuto una marcia in più con Piatek, dall'altra l'Inter sembra essersi “separata in casa” con Perisic, il quale ha dichiarato di voler andar via. Non c'è riuscito, solo per un fraintendimento con l'Arsenal. Tutto ciò però non farà bene all'ambiente e non si escludono delle ripercussioni.

Parliamo della Roma

La rimonta da 0-3 a 3-3 in casa dell'Atalanta è un po' la partita simbolo della stagione della Roma di quest'anno. Non è soltanto una questione di giocatori, ma soprattutto di testa. Se ce ne fosse stato bisogno, è arrivata anche la conferma dalla Coppa Italia, con la sconfitta per ben 7-1 contro la Fiorentina.

Se si terminasse il campionato con la stessa mentalità con cui si è persa questa partita, la Roma dovrebbe tenersi caro l'obiettivo salvezza. Scherzi a parte, un colpo psicologico di questo tipo non può certo far bene e perciò va fatto assolutamente qualcosa sotto quel punto di vista.

Fortunatamente, i giocatori almeno alla Champions sembrano crederci. Tuttavia, c'è molta insicurezza e un po' di disordine.  Un giocatore come Zaniolo può fare la differenza ma non basta. Schick e Dzeko pare che per il momento non saranno mai usati insieme da Di Francesco.

In molti, credono che il problema stia proprio lì.

Di Francesco, la va o la spacca?

Di Francesco spera in un buon calciomercato entro la fine di Gennaio, magari con l'arrivo di Vida in difesa. Tuttavia, altri sperano che sia proprio Di Francesco a lasciare a fine anno. Tra il problema fisico e quello mentale, infatti, in mezzo c'è proprio la terza ipotesi: Eusebio.

Sarà una questione di tattica o semplicemente di non riuscire a trovare la quadra con alcuni giocatori dalle caratteristiche molto particolari. Oppure, il non riuscire ad influire sulla mente dei giocatori.

Qualcosa va fatto. Se non dovesse agguantare la Champions League, la panchina di Di Francesco potrebbe essere in serio pericolo.

Come finirà?

La Roma, se riuscisse a mantenere il ritmo attuale, magari con qualche vittoria in più, potrebbe comunque assicurarsi l'Europa League. Cosa non semplice, considerando l'estrema qualità dimostrata quest'anno in campo dalla Sampdoria, che di fatto è andata ad aggiungersi alle già “presenti” Atalanta, Lazio e Fiorentina. Il mercato di gennaio potrebbe fare la differenza proprio in zona Europa League.

Per ciò che riguarda la Champions, la questione si è complicata, sia per la questione psicologica, sia per il rinforzo del Milan. Tuttavia, si può fare. Come? Con un cambio di mentalità. Generalmente la Roma inizia a ingranare nella seconda parte del campionato. C'è un 50% di possibilità che lo faccia anche quest'anno. Staremo a vedere.